Boissano Spring

Pubblicato da vale il

Boissano Spring

Una partenza con il botto: 1400 atleti confermati in pista!

Giornata lunghissima presso l’impianto sportivo di Boissano per questo “Boissano Spring” da record!
Confermati in gara 1.400 atleti… Pronti via si parte alle 10.30 con il Martello Uomini e l’Asta Donne e si chiude alle 21 con l’arrivo dell’ultima serie dei 5000 uomini e i lanci finali di giavellotto uomini e disco donne…
In mezzo… tantissima Atletica!!!
Con molti atleti piemontesi oltre che liguri a contendersi i vari podi, sia nelle categorie assolute che in quelle giovanili.
Uno sforzo organizzativo al limite del sostenibile, ma gestito con serietà ed attenzione dal Gruppo Giudici Gare, con il supporto di numerosi volontari messi a disposizione dal Boissano team, dall’Atletica Arcobaleno Savona e dall’Atletica Run Finale Ligure, capofila del gruppo che ha “inventato” l’evento.
Molti anche tecnici e dirigenti delle società presenti che si sono resi disponibili per supportare le giurie e che hanno consentito uno svolgimento quasi perfetto della manifestazione.
A poche ore dal termine rimane un po’ di fatica ancora da recuperare, ma anche la piena consapevolezza di avere contribuito a realizzare un qualcosa di unico ed entusiasmante!!!
Grazie doveroso anche ai militi della PA Croce di Malta ed al medico di gara Dott.ssa Anna Magliano, oltre al Comitato Regionale e Provinciale Ligure (Presenti sia il Presidente regionale Carlo Rosiello che il Presidente provinciale Marco Fregonese) ed ai Comuni sottoscrittori dell’accordo di gestione dell’impianto (capitanati dal Comune di Boissano), oltre che alla Fondazione Agostino De Mari da anni tra i partner che supportano sia la gestione dell’impianto che l’organizzazione degli eventi.

Ma veniamo ai risultati!
Difficilissimo estrapolare i riscontri tecnicamente di maggior rilievo, a fronte di un volume di dati logicamente (visto il numero delle presenze) impressionante.
Copertina al lancio del martello, che vedeva due azzurri in padana.
Marco Lingua, Atletica Biotekna,  sembra aver fatto un patto con il diavolo per non invecchiare… Qualche kg in meno rispetto alla scorsa stagione, ma tonico e motivato! Ed arriva un 70.77 che rappresenta per lui un buon viatico per l’ennesima stagione da protagonista assoluto, forte dei suoi 45 anni!
Seconda posizione per Davide Costa, CUS Genova, (che arriva a 66.92) e buon terzo posto per Lorenzo Puliserti (Fratellanza Modena) con 57.11.
In campo femminile, medesima gara, Ilaria Morasso (Cus Genova) scaglia l’attrezzo da 4kg. a 54,04, mentre tra le allieve (attrezzo da 3 kg), emerge Eleonora Lintas (Cus Genova) con una ottima misura di 53.79.

Rimaniamo al settore femminile per citare i due buoni risultati nel disco assolute con vittoria di Ilaria Zanetti (Battaglio Cus Torino) con 38.89, su Omozusi Oghmwontiti (Sisport Torino) a pochi cm di distanza (38.36).
I 200 donne hanno registrato la doppietta Cus Genova con le giovani Emma Barnieri e Camilla Rebora in grado di esprimersi su crono interessanti quali 25.91 e 25.94.
Negli 800 femminili grande gara tutta di testa per Alessia Peduzzi (Atletica Sanremo), all’arrivo in 2.13.84.
Sui 5000 altra top runner Lucrezia Mancino (Atletica Arcobaleno) che si è imposta con ampio margine in 18.37.67.
Altro successo Arcobaleno nel lungo grazie alla junior Asia Bianchi che ha realizzato un buon 5.46.

Torniamo ai machi e partiamo dallo sprint. Sui 200 torna su performaces eccellenti Janko Lattarulo (Atletica Spezia Duferco) che si imporne in 21.99. Seconda piazza per Andrea D’Ottavio (Battaglio Cus Torino) in 22.14 e bronzo al giovane spezzino Junior Igene (DLF Spezia Marathon) in 22.34.
Sugli 800 prevale con facilità Marco Zunino (Atletica Arcobaleno Savona) su Francesco Netti (Battaglio Cus Torino): 1.56.03 ed 1.58.31 i riscontri cronometrici.
Sui 5.000 uomini si registra purtroppo la caduta ed il ritiro dell’atteso Andrea Azzarini (Trionfo Ligure). La spunta con margine Diego Yon (Pont Donnas) al primato personale in 15.02.14. Alle sue spalle Pietro Calcagno (CUS Genova) ed Emanuele Ferrari (Trionfo Ligure).
Nel salto in alto brilla la stella del sanremese Gabriele Avagnina. Il portacolori del Cus Genova centra un probante 2.01, con 3 tentativi (purtroppo nulli) a 2.05. Seconda piazza con un interessante 1.91 per l’allievo Artie Sasha Cheffey (Atletica Spezia Duferco), che sale sino a 1.91.
Nell’asta affermazione per Giordano Battistoni (Atletica Spezia Duferco) con la misura di 3.90.
Nel disco un Gioele Buzzanca (Arcobaleno) un po’ sottotono è costretto ad abdicare… Vittoria per Samuele Masiani (Battaglio Cus Torino) con un lancio di 46.62 e Gioele fermo a 45.83.
Torna su buone misure Denis Canepa (Arcobaleno): giavellotto a 67.57 e quasi pronto per una nuova bella stagione!

Tantissimi gli spunti ed i motivi di interesse e soddisfazione anche nelle gare giovanili.
Ne estrapoliamo alcuni…
Conferma delle grandi qualità del mezzofondista Gabriele Ferrara (Atletica 2000 Bordighera)che si è imposto con gara solitaria sui 1000 metri, portati a termine in 2.38.26.
Notevole impressione ha fatto la cadetta piemontese, tesserata per l’Atletica Settimese, Alessia Succo, vittoriosa con margine sia sugli 80 piani (in 9.77) che sui 300 (in 40.26).
Poi due “stelline” della U.S. Sangiorgese, società lombarda entusiasta dell’ambiente di Boissano: entrambe cadette, la saltatrice in altro Rebecca Tubetti (1.60 la sua misura) e la giavellottista Vera Quintana (38.11 il suo miglior lancio).

Podio-800-Uomini

Immagine 1 di 5

Categorie: NEWS